‘O fuoco nemico

Ciò a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni è stato un passaggio frenetico di canadair intenti a spegnere i focolai appiccati sulle pendici del Vesuvio, trasformatisi in incendi distruttivi di flora e fauna. Il guardiano della città, il grande padre che racchiude in un abbraccio protettivo il popolo napoletano è stato barbaramente attaccato. Continua a leggere “‘O fuoco nemico”

A Bagnoli non si scherza con il fuoco

Ogni lavoratore che iniziava il proprio cammino professionale all’italsider di Bagnoli riceveva lo stesso ammonimento da parte del collega veterano: “non si scherza con il fuoco”. Il fuoco della cokeria, per circa novanta anni ha regnato sul quartiere flegreo, alimentando sogni e speranze di intere generazioni di napoletani che vedevano nel grande colosso del ferro l’unica via di fuga da un presente amaro e da un futuro incerto. Operai innamorati di Bagnoli perché come un piroscafo li aveva trasportati dalla Napoli del contrabbando e della lotta alla sopravvivenza, alla Napoli della solidarietà e della coscienza di classe. Era tangibile la soddisfazione di chi lavorava ad alte temperature, con indosso tute pregne di amianto, poiché la ricerca della legalità e l’etica del lavoro avevano sovvertito l’ordine naturale delle cose. Continua a leggere “A Bagnoli non si scherza con il fuoco”